La Notte della Rotonda

Secondo sabato di Luglio

Spettacoli e musica

Dal tramonto all’alba per il compleanno della Rotonda a Mare tra spettacoli, musica e suggestioni da sogno

Appuntamento di metà luglio pieno di fascino e di magia. Una lunga notte che la città dedica al suo monumento simbolo, la Rotonda a Mare, per ricordare il restauro e la riapertura della splendida struttura degli anni trenta, che è tornata dal 2006 a impreziosire la Spiaggia di Velluto.

La Rotonda a Mare fu inaugurata il 15 luglio del 1933, e da subito divenne il simbolo di mondanità e vacanze. Dopo un accurato lavoro di restauro, l’edificio simbolo delle vacanze marchigiane è stato restituito alla città e da allora se ne celebra il compleanno insieme a tutti i cittadini e alle migliaia di turisti che la visitano. Lo spettacolo della Notte della Rotonda, creato proprio per celebrare il rinato simbolo cittadino, è stato affidato in questi anni alla regia Valerio Festi e della sua rocambolesca Compagnia. Dopo i fuochi barocchi sul mare, la festa continua fino all’alba con spettacoli, musica e negozi aperti sul lungomare e nel centro storico.

La Contesa del Pozzo della Polenta

21 – 23 Luglio 2017

A Corinaldo ritorna la Contesa del Pozzo della Polenta

Ritorna a Corinaldo, la rievocazione storica più antica della Provincia d’Ancona, la Festa del Pozzo della Polenta. La rievocazione storica rinascimentale che farà rivivere antiche tradizioni, ricordando in particolare la vittoria dell’assedio del 1517.

All’interno dell’Evento tante animazioni e spettacoli con i ragazzi del Gruppo Storico Città di Corinaldo “Combusta Revixi”, formato da Sbandieratori, Tamburi, Chiarine ed Arcieri le taverne tipiche con piatti della cucina marchigiana, giullari ed artisti di strada, falconieri e mercatini artigianali storici, gruppi storici ospiti e quindi il magnifico Corteggio Storico realizzato dalla nostra sartoria.

Pane Nostrum

27 – 30 Settembre 2019

Pane Nostrum

Festa internazionale del Pane – Senigallia

Quattro giorni di laboratori, corsi, incontri, convegni e attività, anche per le scuole, animano questa manifestazione che si conferma uno dei più importanti appuntamenti regionali e nazionali. Pane da guardare, pane da ascoltare, pane da impastare, da imparare, da raccontare e da gustare.

La manifestazione, che presta da sempre grande attenzione ai temi dell’alimentazione, prosegue nell’importante percorso intrapreso dalla Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), e l’Associazione Italiana Panificatori (ASSIPAN) aderente a Confcommercio, con il “Pane Marchigiano di Filiera”, un pane realizzato secondo le regole della “tracciabilità”, in modo che il consumatore possa conoscerne le origini partendo dalle terre in cui vengono coltivati i cereali e di seguito raccolti, gli operatori che li trasformano in farina e come ultima fase della filiera, i panificatori che lo producono, per avere maggiore consapevolezza su quello che portiamo nelle nostre tavole.